Pubblicato in: Bicicletta

Gli incentivi statali per le biciclette sono già finiti

di luca.pistolesi 30 settembre 2009
By richardmasoner

By richardmasoner

Pronti-via, gli incentivi per le biciclette sono già esauriti. In soli cinque giorni, da venerdì 25 a martedì 29 settembre, sono stati polverizzati gli 8 milioni raccimolati faticosamente dal Ministero dell’Ambiente per il sostegno all’acquisto di biciclette tradizionali e a pedalata assistita. Il termine ufficiale dei fondi è arrivato, secondo il Sole-24 ore, alle 18.52.

La tornata autunnale degli incentivi dovrebbe essere servita, secondo le stime del Ministero, ad agevolare l’acquisto di 52.720 biciclette classiche (per le quali il massimale di sconto era di 200 euro) e 4.210 biciclette a pedalata assistita (con massimale fissato a 450). A livello territoriale, molto più “affamato” di due ruote è stato il Nord, dove sono state compilate il 66% delle pratiche, mentre al Centro sono state il 23% e al Sud e nelle Isole solo l’11%.

Mancano ancora i dati definitivi sulle città, ma lunedì pomeriggio, a 24 ore dallo stop, Roma guidava la classifica con 1.035 acquisti, di cui 997 di bici normali e 38 a pedalata assistita. Seguivano Rimini con 840 (657 bici; 183 bici a pedalata assistita) e Milano con 832 (804 bici; 28 bici a pedalata assistita).

Il prossimo 5 ottobre partiranno invece gli incentivi per l’acquisto dei nuovi ciclomotori di cilindrata inferiore a 400 cc, cui sono destinati 5,1 milioni di euro, con uno sconto massimo di 500 euro a condizione però che il proprietario rottami un vecchio ciclomotore Euro 0 o Euro 1.

4 risposte a “Gli incentivi statali per le biciclette sono già finiti”

  1. andrew ha detto:

    Se i numeri sono questi (57.000 acquisti) la percentuale di popolazione che è riuscita ad usufruire della agevolazione è pari allo 0,1%, ovvero una persona su mille!

  2. Gerardo ha detto:

    Che VERGOGNA questa italia!!!

  3. eddy deluxe ha detto:

    ma mi sapreste dire per favore se li rifaranno ques’t anno perfavore…..
    grazie eddi delux.

  4. Morando Sergio Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina ha detto:

    Ed invece andrebbero sempre incentivati..anzi da “proporre” a Comuni di mare..: a chi arriva con il treno o bus bici gratis a disposizione in stazione..da riportare naturalmente al mittente dopo la giornata trascorsa al mare..e tali bici possono essere date gratis ..se la raccolta differenziata funziona bene..mi sembra che per fare una bicicletta bastino circa 100 lattine …questo sarebbe comunque utile in tutti i Comuni d’Italia..piste ciclabili permettendo se fatte..perchè in alcuni Comuni non esistono neppure i marciapiedi..oltre che piste ciclabili..
    Sergio Morando.